ANF Nocera Inferiore | Approvato l’equo compenso
15673
post-template-default,single,single-post,postid-15673,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,paspartu_enabled,overlapping_content,qode-theme-ver-9.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
 

Approvato l’equo compenso

La legge professionale, la n. 247/2012, è stata arricchita di un nuovo articolo e precisamente il 13 bis denominato “equo compenso e clausole vessatorie”. Diverse clausole dei contratti “tipo” tra avvocati e grandi imprese assicurative e bancarie, prevalentemente, stabilivano obblighi a carico degli avvocati da oggi ritenuti “vessatori” ed annullati ope legis. Tra questi l’esecuzione di prestazioni professionali non remunerate oppure l’anticipazione delle spese. Interessate anche la “raccomandazione” alle pubbliche amministrazioni, in attuazione dei principi di trasparenza, buon andamento ed efficacia delle proprie attivita’, di garantire il principio dell’equo compenso. Vedremo gli effetti della legge nei prossimi mesi e se, almeno stavolta, gli avvocati potranno apprezzarne i benefici promessi dal CNF, principale fautore della norma.